• 3505125359

    torino1@adiura.com

  • 01119486527

    Fb: Adiura Torino

  • Via San Secondo 34

    10128 Torino

  • Lun – Sab H24

    Dom – su appuntamento

Monthly Archives: Novembre 2020

COSA SI PUO’ FARE DAL 3 DICEMBRE?

ASSOLUTAMENTE VIETATO
ZONA SPOSTAMENTI VIATATI nella settimana di Natale tra tutte le regioni

Cinema e Teatri CHIUSI per tutte le feste

PISTE DA SCI Chiuse

PISTE DA SCI Chiuse

SU INDICAZIONE DEL PROSSIMO DPCM
SECONDE CASE Spostamenti consentiti solo se all’interno della stessa regione e in zona gialla

RISTORANTI APERTI a pranzo nelle zone gialle. CHIUSI il 25 e 26 dicembre

Chi torna dall’estero deve stare in quarantena

CONSENTITO CON ALCUNE RACCOMANDAZIONI
SHOPPING Negozi aperti fino alle 21. Centri commerciali aperti nel fine settimana

PRANZO E CENA DI NATALE Solo con parenti stretti (6-8 persone)

MESSE Celebrate il 24 e il 25 dicembre durante tutta la giornata (ultima alle 21)

HOTEL si possono frequentare solo quelli nella regione di residenza

Tipi di MASCHERINA

La MASCHERINA è diventato un oggetto obbligatorio, vediamo insieme i diversi tipi.

Le MASCHERINE CHIRURGICHE: sono le più diffuse e le più economiche. Sono usate dai medici per proteggere i pazienti quando sono sul tavolo chirurgico e vanno bene per i malati, perché limitano la diffusione nell’ambiente di particelle potenzialmente infettanti bloccando almeno il 95% dei virus in uscita. Non proteggono chi le porta dall’inalazione di particelle aeree di piccole dimensioni.

MASCHERINE FFP2 e FFP3: devono avere marchio CE e l’indicazione UNI EN 14683, che è la norma per la prestazione tecnica che ne garantisce requisiti e caratteristiche. Le FFP2 efficacia filtrante del 92% e FFP3 efficacia filtrante del 98%.

Un’alternativa alla MASCHERINA chirurgica sono le FFP1, che hanno un’efficacia filtrante del 72% in entrata e uscita. Esistono infine anche maschere in elastomeri o tecnopolimeri dotate di filtro sostituibile P2 o P3 regolamentate dalla UNI EN 140e UNI EN 143 (filtri antipolvere). L’efficienza filtrante di questi dispositivi è simile a quelli delle FFP2 e FFP3, con il vantaggio di una migliore tenuta sul viso ma con un peso superiore. Poi abbiamo le MASCHERINE con VALVOLE: le FFP, rendono a chi le indossa più agevole la respirazione, ma fanno filtrare all’esterno il respiro. Non vanno bene per i malati e in genere non proteggono gli altri: in uscita hanno un potere filtrante di solo il 20%.

E le MASCHERINE di STOFFA?

Il loro potere filtrante è condizionato dal tipo di stoffa e dal numero di strati, meno efficaci di una mascherina chirurgica sia in entrata, ma soprattutto in uscita (quindi non vanno bene per i malati).

Sciarpe e bandane nei test hanno funzionato male.

Ricetta dell’OMS dell’amuchina

Per preparare il gel disinfettante:

  • 833 ml di alcol per liquori
  • 42 ml acqua ossigenata al 3%
  • 15 ml di glicerina
  • 110 ml acqua

 In un recipiente pulito (una caraffa graduata da cucina che contenga 1 litro) versarci 833 ml di alcol . Con una siringa prendete 42 ml di acqua ossigenata e aggiungetela all’alcol mescolando. Aggiungete poi 15 ml di glicerina e 110 ml di acqua (prima bollitela e fatela poi raffreddare).

Se volete aggiungeteci anche delle gocce del vostro olio essenziale preferito per rendere il gel profumato.

Dog sitter

Decidere di adottare un cane deve essere una scelta consapevole. Possedere un animale richiede responsabilità e impegno.

Sono oltre 7 milioni i cani che vivono nelle case degli italiani; sono ormai considerati membri della famiglia a tutti gli effetti e ad essi è riconosciuto lo status di “esseri senzienti” (ovvero capaci di provare emozioni) come affermato dalla stessa Cassazione nel decreto del 13 marzo 2013. L’iscrizione all’Anagrafe canina conferisce loro anche un riconoscimento sociale.

Dal 2012 si è affermato il principio che gli animali d’affezione possono vivere nei condomini: non è più possibile impedire di avere un cane nell’appartamento o vietarne l’accesso alle parti comuni.

Alcuni consigli per il benessere del vostro amico a quattro zampe

  • Se decidete di adottare un cane informatevi sulle caratteristiche, sia fisiche che comportamentali. Fatevi consigliare da esperti del settore come medici veterinari clinici, veterinari comportamentalisti, educatori cinofili.
  • Se adottate un cucciolo sappiate che per i primi 7-8 mesi le loro esigenze fisiologiche sono più frequenti e quindi potrà sporcare in casa. Cercate di portarlo fuori più volte nell’arco della giornata (dopo il sonno, dopo il gioco, dopo l’alimentazione).
  • Anche un esemplare adulto inizialmente può sporcare in casa. Non punitelo, dategli il tempo di ambientarsi e di sentirsi sicuro.
  • Un cane adulto è bene che faccia almeno 3-4 passeggiate al giorno di almeno mezz’ora o un’ora.
  • Non lasciate il cane da solo in casa per più di 6-8 ore. SE L’ASSENZA E’ COSI’ LUNGA CHIEDETE A QUALCUNO DI VOSTRA FIDUCIA DI FARLO USCIRE ALMENO UNA VOLTA.
  • In vostra assenza lasciate a disposizione giochi di vario genere in modo che possa svagarsi anche da solo e dell’acqua fresca.

Vademecum per le badanti

Coronavirus, ecco un vademecum per le badanti che si prendono cura degli anziani

L’ Istituto superiore di sanità l’Inail e Università Cattolica, proprio nel periodo del lockdown, ha messo a punto una Guida pratica per chi si prende cura degli anziani, un decalogo con dieci consigli pratici per badanti sui comportamenti da adottare.

1. Se compaiono sintomi misurare la febbre e chiamare il medico

Al badante o a chi assiste l’anziano viene consigliato di controllare spesso la febbre e in caso di sintomi chiamare subito il medico. I sintomi dell’infezione da coronavirus sono febbre, dolori muscolari, congestione nasale, mal di gola, tosse, difficoltà di respirare, infiammazione agli occhi, diarrea, mal di testa, perdita di olfatto e gusto.

2. Rispettare il distanziamento

Fondamentale far rispettare a chi si avvicina a un anziano la distanza di almeno un metro, il virus può infettare le persone se arriva a contatto con bocca, naso e occhi.

3. Uscire il meno possibile

Si invita a uscire il meno possibile. Se non ci sono parenti in grado di portare a casa ciò di cui si ha bisogno, si può ricorrere all’ordinazione di cibo e medicinali via telefono, molte farmacie provvedono anche alla consegna dei medicinali.

4. Le precauzioni per uscire di casa

Se si deve uscire di casa è necessario mantenere il distanziamento di almeno un metro dalle persone, usare la mascherina, non toccarsi il viso, lavare e disinfettare bene le mani al rientro.

5. Come accudire un anziano

Per accudire una persona anziana c’è bisogno di avvicinarla, di toccarla e di toccare le sue cose. A chi assiste un anziano viene quindi consigliato di lavarsi sempre le mani prima e dopo e di usare la mascherina.

6. Lavarsi spesso le mani

Lavarsi spesso le mani con acqua e sapone o con gel a base alcolica.

7. Pulire la casa

Per la pulizia della casa, usare prodotti a base alcolica e candeggina per le superfici toccate più spesso. Indispensabile, poi, aprire le finestre per cambiare l’aria nelle stanze.

8. Che fare se compaiono sintomi

Se la badante o l’anziano assistito hanno sintomi chiamare il medico. Se non si riesce a parlare col medico il suggerimento è quello di chiamare il numero di emergenza.

9. Rassicurare l’anziano: presto si riprenderanno le vecchie abitudini

10. Fondamentale mantenere la serenità ed esporsi al sole

Gli anziani devono mantenersi sereni, attivi e in buona salute e devono restare in contatto con familiari e amici. Fare un po’ di ginnastica, dormire a sufficienza, mangiare cibi sani ed esporsi al sole.

Congedi straordinari

CONGEDI STRAORDINARI 

 Il decreto Ristori bis prevede per i genitori residenti nelle zone rosse la possibilità di astenersi dal lavoro per l’intera durata della chiusura delle scuole.

Questo congedo straordinario è riconosciuto a rotazione a entrambi i genitori lavoratori dipendenti ed è prevista un’indennità pari al 50% della retribuzione.

Lo stesso beneficio è valido anche per i genitori di figli con disabilità gravi, iscritti a scuole di ogni ordine e grado o ospitati in centri diurni a carattere assistenziale, per i quali sia stata disposta la chiusura.

Smart Working

ESTENSIONE SMART WORKING – Una delle misure per sostenere i genitori è la possibilità di estendere lo smart working, introdotta dal decreto Agosto ed estesa nel primo decreto Ristori.

Il decreto Agosto prevede il diritto per i genitori di lavorare in smart working (o in alternativa di godere di un congedo indennizzato al 50% delle retribuzione) nell’ipotesi in cui un figlio minore di 14 anni sia posto in quarantena a causa di un contatto con un positivo.

Sempre il decreto Agosto prevede fino al 31 giugno 2021 il diritto allo smart working per i genitori con figli con disabilità grave.

Il decreto Ristori bis promuove lo smart working per tutto la durata dell’isolamento per i genitori con figli minori fino a 16 anni in quarantena.

Bonus Baby Sitter

Dopo l’approvazione degli ultimi dpcm tra cui quelli che riguardano le scuole il governo ha deciso di concretizzare alcune misure a sostegno delle famiglie che si devono dividere tra gli impegni lavorativi e l’assistenza dei figli rimasti a casa dopo la chiusura delle scuole.

BONUS BABY SITTER Tra le misure già approvate nella prima fase dell’emergenza, c’è il bonus baby sitter per aiutare i genitori che sono costretti a trovare qualcuno che segua i figli quando sono al lavoro.

  • Il bonus baby sitter ha un limite massimo complessivo di 000 euro nelle regioni rosse nelle quali è stata sospesa l’attività scolastica nelle seconde e terze medie;
  • il bonus baby sitter è attribuito a entrambi i genitori a turno a patto che la prestazione lavorativa non possa essere svolta in smart working;
  • il bonus baby sitter non è riconosciuto al nucleo familiare che percepisce altri strumenti di sostegno al reddito;
  • Il bonus baby sitter è assegnato anche ai genitori difigli con disabilità iscritti a scuole di ogni ordine e grado o ospitati in centri diurni assistenziali, per i quali sia stata disposta la chiusura.

Nuovo Contratto Nazionale Colf e Badanti

Il CCNL relativo al Lavoro Domestico è stato rinnovato con decorrenza 1° Ottobre 2020.

Le retribuzioni avranno l’aumento dal 01/01/2021, mentre piccole modifiche contrattuali saranno già in vigore dal 1° Ottobre 2020.

Di seguito troverete una sintesi elaborata da noi con le modifiche più rilevanti:

  • Periodo di prova :
  • 30 giorni di lavoro effettivo per i conviventi,
  • 8 giorni di lavoro effettivo per i non conviventi.
  • Preavviso:
  • > 24 ore alla settimana  15 giorni con un’anzianità di servizio con lo stesso datore di lavoro entro i 5 anni ,> 5 anni  30 giorni ;
  • < 25 ore alla settimana 8 giorni con unà anzianità di 2 anni,> 2 anni 15 giorni.
  • Proroghe: massimo 4 in entro i 2 anni.
  • Ferie: da godere la metà almeno entro i 12 mesi dalla stipula del contratto, restante entro 18 mesi; se cittadino extracomunitario entro 24 mesi.
  • Baby Sitter (BS) :
  • se assiste un minore di 6 anni retribuzione maggiorata convivenza € 115.76 non convivente € 0.70
  • Assistenza a due persone:
  • indennità di circa € 100.

DOMESTICHE-CCNL_FIRMATO_08.09.2020

Regole igienico sanitarie

In questi giorni non si fa che parlare dell’emergenza sanitaria, di lokdown, di COVID 19. E’ importante attenersi a semplici regole e norme igieniche:

  • indossare la mascherina (consigliata ffp2 e ffp3) a protezione delle vie respiratorie nei luoghi chiusi e nei mezzi pubblici;
  • indossare i guanti o in alternativa igienizzare spesso le mani;
  • evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;
  • evitare abbracci e strette di mano;
  • igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto);
  • non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;
  • non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;
  • pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol.

Per ulteriori informazioni in merito alle norme igienico sanitarie per colf badanti durante l’emergenza coronavirus si consiglia di contattare il numero verde della regione Piemonte 800192020 o il proprio medico di base.